Radar, ruote e Parmigiano

Pedersen

Amore a prima vista: non può che essere così, la Pedersen è una meraviglia che non lascia indifferenti, un incrocio geniale di tubetti che compone una bicicletta meravigliosa, ancor oggi l’unico telaio in tensostruttura in produzione.
Amicizia a prima vista anche con Jesper Sølling, l’uomo della Pedersen.

Indimenticabile il suo sguardo stupito nel vederci arrivare un lunedì mattina d’ottobre nel suo laboratorio, arrivando dall’Italia apposta per incontrarlo e per parlare della sua Pedersen!

Era il 1993 e da allora la Pedersen ha trovato casa anche in Italia. Un piacere pensare a tutti gli amici che abbiamo trovato grazie a questa bici, senza voler far torto a nessuno, ne citiamo solo un paio, il mitico Paolo, Console Danese di Torino, che ormai pedala felice in cielo e Matteo, il bergamasco volante, l’avvocato con le ruote … ma anche con gli sci, da fondo!

Chi arriva a leggere fino qui è sicuramente un appassionato ed allora si merita un premio: un pizzico di storia recente della Pedersen, se poi la passione diventa incontenibile, beh allora chiamateci!

Seconda metà degli anni 70, Copenhagen, quartiere di Christiania (sulla libera città di Christiania si potrebbe dire molto e tanto di più della consueta definizione “il quartiere hippy di Copenhagen”. Diciamo solo l’unico esempio ancora attivo, molto cambiato di recente, di libera convivenza sociale nato dall’esperienza della rivoluzione culturale del 68), Jesper vive lì dal 71, di ritorno da un viaggio in moto che doveva portarlo in Tibet, di fatto si fermò per molti mesi a Kabul in Afghanistan. Fa il fabbro ed ha un amico che si deve laureare, la tesi riprende un vecchio progetto del 1893 di un geniale danese di nome Michael Pedersen che riuscì a costruire una bicicletta incredibilmente leggera per quei tempi, sfruttando il principio della struttura flettente come già avveniva per i ponti di tipo Cantilever. Su richiesta dell’amico, Jesper salda il primo telaio Pedersen moderno, seguendo i disegni originali del suo inventore … la Pedersen riprende il suo viaggio, coinvolgendo appassionati in tutta Europa ed anche oltre oceano.

Video: Vagn Jensen and Jesper Sølling